Battle of Caesar Superior

Ecco il battle report della mia prima battaglia apocalittica per la campagna di Faaris IV.

Il Lord Inquistore Alexander Magnus dal parapetto del bunker di comando fissò la distesa di ruderi e rovine che si stendeva oltre i confini della città formicaio di Caesar Superior: eretici e xenos di diverse specie sembravano essersi uniti per spazzare via quel baluardo imperiale che era la città stessa, centro nevralgico del settore Valar.
Una numerosa banda Orkeska si stava avvicinando da sud-ovest, le enormi figure di due Kalpezta prioettavano ombre distorte e mostruose sull'orda verde che avanzava lanciando selvagge urla di guerra; da sud-est, avvolta da un inquietante silenzio, una nidiata di terrificanti Tyranidi si muoveva furtiva fondendosi con l'ambiente, nonostante molti di quei pericolosi mostri fossero grandi più di un cingolato imperiale da combattimento; tra le rovine di antichi palazzi, si scorgevano inoltre gli inequivocabili riflessi delle armature potenziate degli Space Marines corrotti, che stavano attestando le loro posizioni negli edifici semi-diroccati sparsi nella pianura a sud della città.
Accompagnato dal suo seguito, il Lord Inquisitore si diresse verso il parapetto più alto del bunker, dove il Colonnello Conrad Von Lieber dell'VIII Reggimento degli Squadroni della Morte di Krieg aveva approntato il suo quartier generale; durante il percorso, incrociò gli sguardi di molte guardie, già attestate nelle posizioni difensive standard dettate dalla Tactica Imperii: nessuno di quegli sguardi mostrava paura, dubbio o indecisione. La devozione nel Trono d'Oro era assoluta.
Rincuorato e soddisfatto di essere attorniato da soldati di tale spessore, l'Inquisitore giunse dal Colonnello Von Lieber, che era intento a comunicare gli ultimi ordini ai suoi sottufficiali.

- "Colonnello, il nemico sta avanzando. Tra poco li avremo addosso, e sarà il turno di fare il nostro dovere. Gli Astartes mi hanno comunicato che aspetteranno l'ultimo istante per intervenire sul campo, non vogliono perdere l'effetto sorpresa. I vostri uomini dovranno resistere fino ad allora".
- "Milord, io e i miei uomini obbediremo al volere dell'Imperatore, siamo qui per questo. Non temiamo di morire nel compiere il nostro dovere, e tantomeno temiamo le orde nemiche che stanno per attaccarci".
- "Bene Colonnello, le vostre parole rispecchiano il vostro lungo e celebrato stato di servizio, non avevo dubbi a riguardo. Il compito del vostro Reggimento sarà quello di assorbire l'impatto del nemico e di tenere le posizioni senza cedere di un passo fino all'intervento degli Astartes. Moriranno molti uomini oggi, molti dei vostri uomini, Colonnello. Questa battaglia non sarà nè facile, nè breve."
- "Milord, lo so, e anche i miei uomini lo sanno. Terremo le posizioni fino alla vittoria, o fino alla morte."

Lo sguardò del Colonnello indugiò sulla prima linea di edifici di difesa, dove varie squadre di Guardie Imperiali erano già in posizione, pronte allo scontro. Il suo voltò altero segnato da mille battaglie mostrava solo un immenso orgoglio e una totale convinzione nella vittoria.
L'Inquisitore si accomiatò e fece per andarsene, quando un cupo rombo proveniente da est attirò la sua attenzione: fissando oltre la prima linea di difesa, vide i possenti Titani "Giudizio del Trono" e "Imperator Vult" che stavano dando potenza ai motori sub-atomici e alle armi. La sola presenza di quelle imponenti macchine da guerra avrebbe dovuto scoraggiare il nemico dal tentare qualunque tipo di assalto; tale presenza avrebbe invece dichiarato la loro completa distruzione.
Mentre il Lord Inquisitore ed il suo seguito stavano rientrando nelle loro posizioni, il Confratello Capitano Artemis della Guarnigione della Morte, aggregato al seguito dell'Inquisitore, avanzò verso il bordo del parapetto con un magnoculo ad infrarossi, e, dopo aver osservato le posizioni del nemico, si volse verso l'Inquisitore per fare rapporto.

- "Lord Inquisitore, il nemico si è attestato: la feccia Orkeska avanza disordinatamente verso le nostre linee, ritengo che il fuoco di sbarramento che verrà operato dagli uomini del Colonnello sarà sufficiente a respingerli. I Traditori si stanno annidando negli edifici sparsi nella pianura, dovremo snidarli casa per casa, uno per uno. I viscidi xenos Tyranidi si sono fatti strada scavando nel terreno, sono convinto che cercheranno di attaccarci direttamente alle spalle, o dentro i nostri edifici. Le chiedo quindi di prestare attenzione Milord, il nemico oggi non sarà solo davanti a noi".
- "Ti ringrazio Artemis, la tua valutazione dello scontro imminente è come sempre puntuale e affidabile. Non sarei qui oggi se non avessi preventivato infiltrazioni nemiche nelle nostre linee, nè avrei richiesto la tua presenza e quella dei tuoi Fratelli. Il compito del Colonnello e dei suoi uomini è quello di respingere il nemico e di tenere le posizioni, il nostro compito è quello di preservare il Colonnello e suoi uomini affinchè possano svolgere il loro compito. Gli astartes della Southern Legion ci supporteranno, cercando di presidiare il perimetro esterno dei bunker e difendendo il centro comunicazione. Un intervento di attacco guidato dal Grande Maestro Iohannes Arianus è in riserva e pronto a colpire come furia divina. Ugualmente gli space marines dei Black Templar e dei Blood Raven stanno avanzando per raggiungere la battaglia aggirando il nemico e supportarci. Prepariamoci allo scontro, Capitano, l'Imperatore protegge".
- L'Imperatore protegge, Milord".



L'evento in questione era la battaglia apocalittica per il controllo della città formicaio CAESAR SUPERIOR, settore 4 Valar.
Come da Infopack nessuna regola speciale in quel sottosettore, dunque abbiamo organizzato una battaglia apocalittica standard, con schieramento apocalittico, 10000 punti per parte e 3000 punti di riserve. In attesa di un battle report completo posto subito un po di foto, poi insettembre cercherò di raccontarvi un po come è andata!!!
ancora un grazie a tutti i partecipanti per la bellissima partita e l'ottimo clima che ha accompagnato lo scontro!









Giocatore: GrandeMaestro
Personalmente mi sono divertito molto! Poi finalmente ho potuto schierare i due cicci titanici (warhound e warlord) e saggiare il loro potenziale distruttivo! assolutamente devastante...alla fine dei conti si sono "mangiati" un bel numero di pezzi tra fanteria e stompa, risultando però piuttosto inutili contro i super bestioni tiranidi di fratello nicodemus, che hanno assorbito senza batter ciglio un'intera fase di fuoco del warlord (IMBARAZZANTE!!!!), per poi arare un bunker con una cosa come 16 risultati distrutto!!!
I miei ragazzi della Southern Legion si sono comportati bene, il Gran Maestro Johannes A. ha ucciso in un epico duello il principe demone di Eddie, mentre il restante esercito ha protetto la guardia imperiale, respingendo i tiranidi (i genestealer hanno ucciso un po di ragazzi della squadra Louisiana) e supportando l'attacco contro i restanti bestioni tiranidi, sul cui corpo corazzato i proiettili rimbalzavano che era un piacere!
Le mie squadre di ranger (scout) hanno fatto poco, mentre bipodi e whirlwind hanno svolto bene il loro compito, ripulendo le retrovie e proteggendo gli obiettivi Alpha e Echo Uno. Molte soddisfazioni le ho avute dal warhound, che passin passino ha supportato e protetto i black templar (stavano dando una dimostrazione di come si ammazzano 100 orchi in un turno...) e ha martellato gli Stompa a colpi di turbolaser e turboplasma! bravo ragazzo!
Un onore al merito al Caos che con un attacco lampo si è portato in corpo a corpo con il warlord e a cartelle gli ha distrutto un cannone volcano e lo ha immobilizzato con doppio danno alla trasmissione!
Bella partita serrata con grande terzo turno lealista. Avversari splendidi e ottimo spirito in partita. Spero di cuore che tutti si siano divertiti!

Giocatore: Johnny il Bello
Che battagliona!!!!! Voglio anche la foto dei vincitori accanto al possente Warlord, quella dei perdenti esasperati dal titano c'è già!
Poi magari scriverò anche un piccolo brano delle imprese sul campo del Lord Inquisitore Alexander Magnus, ovviamente insaporendo la storia di dettagli eroici, d'altra parte la storia, come già detto ieri sul campo, la scrivono i vincitori!


Nessun commento: