INQUISIZIONE

'' Una mente aperta è come una fortezza con i cancelli aperti e sguarniti''

La formazione dell'Inquisizione
La formazione dell'Inquisizione è avvolta nel mistero, tuttavia si crede che l'organizzazione sia stata creata durante o subito dopo l'Eresia di Horus. Si pensa che l'Inquisizione sia stata creata dall'Imperatore dell'Umanità poco prima di essere inserito nel Trono D'Oro.
Originariamente l'Inquisizione era composta da solo due ordini, un terzo (Ordo Hereticus) fu aggiunto dopo gli eventi dell'Età dell'Apostasia.

Gli Ordini dell'Inquisizione
Nelle prime edizioni di Warhammer 40.000, l'Inquisizione era un'unica entità con una singola organizzazione segreta.
Oggi, l'Inquisizione è divisa in una serie di organizzazioni conosciute come Ordos (Ordini). Ogni Ordo ha la responsabilità di controllare e combattere una minaccia per l'Umanità.

Nel 41° millennio, i tre Ordos Maggiori sono:
  • Ordo Malleus (Ordine del Martello), si occupa della distruzione dei demoni e degli altri servi del Caos; il suo braccio armato sono i Cavalieri Grigi, un capitolo degli Space Marine.
  • Ordo Xenos (Ordine degli Alieni), cerca ed elimina l'influenza e la corruzione aliene all'interno dell'Imperium; agli ordini di questa branca ci sono principalmente dei reggimenti della Guardia Imperiale.
  • Ordo Hereticus (Ordine degli Eretici), ha la missione di fermare eretici, traditori dell'impero e psionici non sanzionati all'interno dell'Imperium; a effettuare la caccia agli eretici principalmente se ne occupa la Sorellanza.
Ruolo dell'Inquisizione
L'Inquisizione ha una potenza immensa, ed il solo essere umano al di fuori della sua giurisdizione è l'Imperatore stesso. Se lo ritiene necessario, un Inquisitore può richiedere qualsiasi genere di servizio da ogni cittadino dell'Imperium, compresi gli Alti Signori della Terra (l'Adeptus Custodes di guardia al Palazzo Imperiale è esentato, in quanto il suo servizio all'Imperatore è conclamato ed immutabile. Quando gli è indispensabile richiedere l'aiuto dell'Adeptus Astartes, l'Inquisitore lo fa, ma con molto tatto).
Un Inquisitore esercita un potere assoluto nel giudicare presunti eretici, mutanti, psionici non sanzionati o potenziali, senza possibilità di appello salvo l'intervento di un altro Inquisitore. Praticamente tutte le sentenze sono condanne a morte, sebbene l'applicazione della sentanza possa essere talvolta differita. I Traditori, il peggior crimine possibile, sono considerati irrecuperabili e rapidamente giustiziati[/color]. Gli eretici possono essere redenti, spesso dopo una considerevole quantità di torture, e possono ricevere l'assoluzione mediante la morte al servizio dell'Imperium.

Questo servizio può consistere nell'arco-flagellazione, al servizio degli Eserciti Imperiali, divenendo il conduttore di una delle Macchine Penitenti del Ministorum o, nel caso di penitenti psionici, unendosi al seguito di un Inquisitore.

I giovani psionici che non hanno mai agito contro l'Imperium o usato i loro poteri più di quanto sia possibile testare ripetutamente, e se sono giovani, forti e sufficientemente pii, possono essere raccolti dalle Navi Nere dell'Inquisizione e divenire uno Psionico Sanzionato o perfino un Inquisitore. Le doti richieste tuttavia sono notevoli, e molti vengono ritenuti inadatti e subito giustiziati. Un altro possibile destino per chi fallisce i test è di essere usati per sostenere il faro psichico dell'Astronomican (un destino fatale) o essere sacrificati per sostenere la forza vitale dell'Imperatore stesso.

Se un mondo è il soggetto di un'estrema eresia o corruzione, un Inquisitore può decretare il verdetto di Exterminatus. Molti contestano la reale necessità di una simile misura, ma l'Inquisizione si ritiene pienamente giustificata ad applicare una simile pena, e in effetti potrebbe essere in errore se non lo facesse.

Organizzazione e operazione
L'unità basilare dell'Inquisizione è il singolo Inquisitore con seguito. Ogni Inquisitore viaggia per l'Imperium seguendo i suoi doveri, i suoi studi, i suoi interessie gli eventi locali che richiedono la sua presenza, e cerca minacce per l'Imperium ovunque vada. Quando ne viene accertata una, l'Inquisitore solitamente agisce per quanto gli permettano le sue risorse. Se non ci riesce, l'autorità dell'Inquisizione gli consente di scavalcare le spesso poco collaborative strutture del potere locale che esitano a fornire appoggio in presenza di una minaccia diretta e requisire direttamente risorse militari, richiedere l'aiuto dell'Officio Assassinorum o qualsiasi cosa ritenga necessaria, e utilizzarla come e dove lo ritenga necessario.

Per assicurare che ciò avvenga senza abusi, L'Inquisizione da ad ogni Inquisitore un sigillo Inquisitoriale. Si tratta di una spilla, un anello o un gioiello similare recante il marchio dell'Inquisizione, e da al portatore tutti i poteri dell'Inquisizione, inclusa l'autorità di requisire truppe, richiamare tutte le Camere Militanti e molto altro. Di solito il sigillo è anche un decoder per i documenti Imperiali cifrati al massimo livello di sicurezza. Falsificare un sigillo Inquisitoriale è un delitto che comporta le più severe punizioni che l'Inquisizione può comminare ai trasgressori.
Talvolta una questione richiede studi e dibattimenti più lunghi di un normale caso inquisitorio. In tal caso, gli Inquisitori possono disporre studi Apotropaici. Questi studi di solito vengono svolti da uno a tre Inquisitori. Riunioni di gruppi più numerosi prendono il nome di Concilio Apotropaico o Conclave e potranno comprendere fino aundici Inquisitori per dibattimenti e studi di notevole importanza, o potranno essere chiamati ad assicurare la comunicazione tra i membri di una fazione o di una corrente filosofica dell'Inquisizione.

Molto di rado, un "Alto Conclave" o un Congresso Apotropaico può essere convocato, ma solo da un Lord Inquisitore. In questo caso dozzine di Inquisitori converranno per settimane di discussioni sugli importanti argomenti all'ordine del giorno. Di solito, è in questo genere di riunioni che vengono proclamati i nuovi Inquisitori. Sempre in queste sedi l'Inquisizione eventualmente investiga sui propri membri, nessun'altra organizazione ha il potere di farlo.

Gli Inquisitori con un certo grado di anzianità (di solito molte decadi di esperienza sul campo) spesso prendono con sé apprendisti di vario genere. Questi apprendisti abitualmente sono conosciuti come Interrogatori, sebbene esistano molti altri tipi di apprendimento. Quando il suo maestro lo ritiene pronto, un apprendista Inquisitore può essere elevato al rango di pieno Inquisitore. Normalmente, ciò richiede il consenso di almeno tre altri Inquisitori o quello di un Lord Inquisitore, ma in circostanze eccezionali, come la morte improvvisa del suo maestro, un apprendista può diventare Inquisitore senza queste approvazioni formali.

Molti Inquisitori anziani possono diventare Lord Inquisitore. Questo titolo onorifico è concesso solo per invito da parte di un Lord in carica, e necessita dell'approvazione di almeno altri due Lords per essere ratificato. L'ultimo requisito è solo una formalità, tuttavia, essendo i Lords pochi e lontani tra di loro, le probabilità di un Inquisitore di essere riconosciuto da più di un Lord è quasi infinitesimale. I Lord hanno alcuni poteri supplementari dentro la stesa Inquisizione, ma il titolo è più un riconoscimento come straordinari servitori dell'Imperatore e del posto che hanno all'interno dell'Inquisizione.
La natura di parte delle indagini dell'Inquisizione richiede numerose operazioni segrete (dipendenti da un singolo Inquisitore, naturalmente). Missioni particolarmente pericolose o delicate possono esigere che l'Inquisitore ed il suo seguito operino all'insaputa delle locali autorità planetarie; in questi casi, l'Inquisitore può simulare la morte sua e del suo seguito per procedere inosservato nella propria missione. In questo caso, gli Inquisitori operano sotto un mandato conosciuto come Condizione Speciale, che significa che l'Inquisitore ed il suo seguito, per tutti i propositi, non esiste più. Il normale marchio Inquisitorio d'ufficio è sostituito da uno modificato che è una specie di croce di colore blu, con un teschio alato in evidenza in cima al sigillo; è esibito solo per reclutare nuovi membri nella squadra senza mettere a repentaglio la missione.

Moralità
L'Inquisizione è divisa in due scuole di pensiero; quella Radicale e quella Puritana.

La scuola Radicale si rifà al detto ‘’il fine giustifica i mezzi'’ in ogni circostanza, anche attraverso l'impiego di Exterminatus, demoni asserviti o armamenti alieni.
Di contro, i Puritani aderiscono strettamente alla Dottrina Imperiale e solitamente perseguitano i loro confratelli meno ortodossi.
le principali correnti dell'Inquisizione, oltre alla divisione tra Radicali e Puritani, sono le seguenti:

Puritani

Thorianismo:Questi membri dell'Inquisizione credono che un giorno l'Imperatore si reincarnerà. Questa è la più ‘’ radicale’' delle ideologie Puritane, per via dei possibili cambiamenti che potrebbero derivarne, non si sa se i Thoriani attualmente sono o no in grado di reincarnare l'imperatore in un nuovo corpo, con Credenti e Non Credenti gli uni contro gli altri. Prendono il nome da Sebastian Thor, idealizzato come un simulacro dell'Imperatore.

Monodominanza:Questa filosofia teorizza che l'Uomo potrà sopravvivere nella galassia solo sterminando ogni altra creatura, sia essa aliena, mutante, o psionica (che sia una minaccia potenziale per l'Imperium, dato che tutte le comunicazioni galattiche e i viaggi interstellari richiedono notevoli abilità psichiche). Come si può arguire, sono i più fanatici tra i Puritani.

Amalathianismo:La filosofia conservativa del Puritanesimo. Predica l'unione tra le organizzazioni Imperiali e l'assenza di cambiamenti tumultuosi. Fu la nascita di questa filosofia, su Gathalamor, a Mount Amalath, che spronò Lord Solar Macharius a conquistare migliaia di mondi.

Radicali

Xanthismo:Sono il gruppo più evidentemente Radicale dell'Inquisizione, invocano l'uso delle armi basate sul Warp come spade demoniache, demoni asserviti, e di solito rivolgono il potere delCaos contro se stesso. Prendono il nome dal Maestro Inquisitore Zaranchek Xanthus, giustiziato per eresia nel 32° millennio.

Horusiani:Una fazione dello Xanthismo, cercano di creare una nuova guida per l'Umanità, al pari dei puritani Thoriani. Entrambe le sette lottano per trovare una figura potente, quasi divina, che guidi l'Imperium a una nuova età dell'Oro. Ma gli Horusiani vedono la potenza di Horus come un'occasione perduta; credono che il potere senza limiti del Caos debba essere imbrigliato e asservito ad un grande condottiero di uomini, l'Umanità potrebbe tornare ancora una volta unita e spezzare ogni suo nemico. Non c'è bisogno di dire che le menti più aperte dell'Inquisizione considerano gli Horusiani estremamente pericolosi.

Ricongregazionismo: L'Imperium, dopo millenni, per questa corrente è ormai decadente e corrotto. Per porre rimedio a questa situazione i Ricongregazionisti predicano che l'Imperium dev'essere ricostruito, per paura che ristagni a lungo e collassi sotto la pressione di innumerevoli minacce esterne che interne.

Istvaanismo: Per questa corrente di pensiero la guerra è desiderabile perché nella lotta si progredisce. Sostengono che l'Umanità ha avuto il suo sviluppo maggiore dopo periodi di conflitto, come l'Eresia di Horus, o l'Era dell'Apostasia. Lo scopo degli Istvaaniani è fortificare l'Umanità nelle avversità, professando quindi una dottrina di ‘'sopravvivenza dei più forti'’. La setta prende il nome dai bombardamenti con armi biologiche su Istvaan III che diedero inizio all'Eresia di Horus.

Nessun commento: